Confronto europeo su metodologie e ambienti per l'apprendimento delle competenze chiave

11.11.2019

Nel mese di Novembre 2019, a Bruxelles, è in programma una serie di eventi importanti, connessi al tema della valorizzazione delle nuove competenze chiave per l’apprendimento permanente; appuntamento centrale nel calendario programmato è la conferenza “Learning approaches and environments in school education” (clicca qui per accedere alla pagina dedicata all’evento), organizzata dalla Commissione Europea per discutere di metodologie didattiche e di ambienti di apprendimento quali elementi fondamentali nel processo didattico, in quanto supportano  lo sviluppo delle competenze chiave.

L’importanza dell’evento è suffragata sia dal coinvolgimento diretto di responsabili politici, esperti e stakeholder a vario titolo legati alle politiche della Scuola, sia dall’obiettivo in uscita, ossia la predisposizione di azioni politiche concrete che, declinate a livello nazionale, possano introdurre i più innovativi ambienti e metodi didattici nelle classi di tutta Europa.

A corredo degli appuntamenti, sono state diffuse, dai canali istituzionali, due interessanti pubblicazioni, la prima delle quali si propone di incentivare la riflessione sulla centralità delle competenze chiave (clicca qui per leggere la Brochure della Commissione europea sulle otto competenze chiave), funzionali per diventare cittadini ben inseriti nella società e nel mondo del lavoro- obiettivo per il quale è indispensabile oggi padroneggiare, oltre alle competenze base di lettura, scrittura e calcolo, anche una combinazione di conoscenze, abilità e atteggiamenti come l’imprenditorialità, le lingue, il pensiero critico, il digitale, la capacità di adattarsi a un contesto in continuo cambiamento…

L’altra pubblicazione, scaricabile dalla pagina dedicata all’evento (clicca qui per leggere il documento “Conference input paper”) introduce le tematiche centrali del nuovo dibattito, ossia le differenti metodologie didattiche e i vari ambienti di apprendimento da “mettere a sistema” per supportare gli insegnanti nei processi di gestione sia della didattica che della valutazione “per competenze”. La pubblicazione offre spunti interessanti in quanto realizza una panoramica della situazione allo stato attuale, nei sistemi di istruzione dei Paesi Europei, prima di delineare i quesiti fondamentali a cui tutti gli interlocutori presenti saranno chiamati a rispondere durante la conferenza stessa.

Tra i focus proposti, si rilevano alcuni quesiti particolarmente interessanti:

Quali metodologie e quali ambienti di apprendimento, nell’esperienza quotidiana, si sono rivelati in grado di fare la differenza per supportare lo sviluppo delle 8 competenze chiave?

Quale sarebbe il primo passo da compiere e quali i successivi per sviluppare strategie e politiche funzionali per supportare lo sviluppo delle 8 competenze chiave?

Considerando l’impossibilità di un trasferimento diretto di buone prassi da un contesto all’altro tra gli Stati, quali modalità di condivisione si possono concretamente attivare?

A questi e numerosi altri quesiti si cercherà di trovare risposta durante gli incontri programmati a Bruxelles; la conferenza sarà occasione per confrontarsi, concretamente, su esempi e casi di studio (per visualizzare alcuni esempi, clicca qui) che includono laboratori di PBL (project- based learning), apprendimento interdisciplinare e apprendimento cooperativo, nonché per passare in rassegna progetti di rilevanza nell’ambito dei programmi Horizon 2020, eTwinning ed Erasmus+, con focus sul 7° Programma Quadro per la ricerca e innovazione tecnologica.

Staff Aretè

Se vuoi approfondire e sperimentare nella didattica del I ciclo, scopri la promozione di Aretè, il nuovissimo ciclo di webinar "Didattica per competenze e innovazione metodologica- I ciclo" - clicca qui