Verso una didattica collaborativa e partecipata con Google Drive e le App di Google

26.06.2019

Nell’ottica dei cambiamenti progressivi e dell’innovazione promossa dal Piano Nazionale della Scuola digitale, le linee guida elaborate dal  MIUR sottolineano l’importanza di attivare processi di innovazione scolastica, rispetto ai quali il punto cardine è rappresentato sempre più dall’uso di tecnologie nella didattica digitale.

Spostando il focus del processo didattico dalla logica tradizionale dell’insegnamento (teaching centered) in favore dell’apprendimento (learning centered), l’attenzione è sempre più incentrata sullo studente, quale “attore” del proprio processo di apprendimento; sulla base di questo cambiamento di prospettiva, si rende necessaria l’integrazione di nuove metodologie didattiche, da utilizzare sperimentandosi quotidianamente in una nuova modalità di fare didattica, sempre più partecipata e collaborativa, nella quale il coinvolgimento diretto e attivo dello studente possa facilitare la personale co-costruzione dei saperi.

Integrare nella didattica le tecnologie informatiche è diventata dunque un’esigenza impellente, in quanto l’utilizzo di tools digitali non solo facilita l’insegnamento ma contribuisce a potenziare l’apprendimento degli studenti in tutte le sue sfaccettature- ossia a livello formale, non formale e informale.

Tra gli strumenti che la rete mette a disposizione risulta essere sempre più utilizzato – per la sua validità intrinseca di strumento per il settore Education-  l’ambiente di lavoro Google Drive, con il suo set di applicativi che facilitano l’attivazione di modalità collaborative, non soltanto con i propri colleghi ma anche tra allievi, il tutto finalizzato al raggiungimento di un obiettivo comune.

Oltre alla praticità e alle infinite modalità di utilizzo delle App gratuite di Google, i docenti hanno la possibilitàdi usufruire di uno spazio cloud per archiviare, gestire e modificare i propri file e le proprie risorse didattiche.

Le Google Apps, infatti, concorrono a migliorare l'efficacia didattica mediante modalità di lavoro individuale e/o collaborativo e consentono di creare percorsi didattici flessibili e personalizzati, a seconda delle esigenze dei discenti, con un ventaglio di possibilità e caratteristiche particolarmente efficaci nella duplice dimensione del processo di insegnamento e apprendimento.

Sperimentando, ad esempio, con  l’App Documenti si potranno scoprire i numerosissimi vantaggi che offre- dalla possibilità di  attivare la scrittura collaborativa, funzionale per coinvolgere simultaneamente più colleghi nella stesura dello stesso documento (quale un verbale o una relazione), fino alle potenzialità relative della digitazione vocale, mediante le quali è possibile trasformare il testo dettato in testo scritto, con opzioni di traduzione in altra lingua e notevoli risparmi in termini di tempo.

Sempre nella gestione del processo didattico,  Google Moduli può risultare un efficace  strumento per operazioni complesse di raccolta dati, in quanto consente di somministrare questionari e monitoraggi a numeri anche consistenti di utenti, realizzando, in tempo reale, non soltanto la raccolta dati in forma tabellare (all’interno di fogli di calcolo), ma anche le rielaborazioni in forma grafica.

Google Sites, invece ,risulta essere lo strumento ideale  per collaborare e cooperare con i colleghi nella gestione interdisciplinare di tematiche e argomenti, in quanto, essendo uno strumento semplice da utilizzare, consentirà ai docenti di creare pagine web organizzate nelle quali potranno essere inseriti facilmente contenuti di vario tipo (in forma testuale, link , risorse web), contenuti multimediali, mappe e video (caricabili anche direttamente dai propri device).  

Molteplici sono gli scenari possibili e innumerevoli sono le modalità di utilizzo delle App di Google, anche  grazie alla facilità di utilizzo integrato e alla possibilità di gestione ottimizzata per l’utente sui vari device di cui dispone. Inoltre, necessitando solo della connessione ad internet e non richiedendo nessun tipo di installazione o licenza sul PC, sono di immediato utilizzo.

Non resta che sperimentarle tutte, una per una, in base alle proprie esigenze didattiche.

Staff Aretè