Le lauree più richieste dal mercato del lavoro 2018-2022

24.04.2019

Tra il 2018 e il 2022 il mercato del lavoro avrà bisogno di 778 mila laureati, secondo quanto riporta l’analisi realizzata da Unioncamere, Anpal e Sistema Informativo Excelsior.

I titoli di studio più richiesti sono occupate dalle lauree scientifiche, come matematica, statistica, fisica, informatica ma anche ingegneria, che garantisce tassi di occupazione sopra il 90%, e medicina, mentre gli iscritti alla facoltà di agraria potranno trovare alcune difficoltà nel mondo del lavoro. Ottime prospettive anche per gli umanisti e i laureati in lingue complesse, come il cinese o il russo.

L’industria manifatturiera, nel suo complesso, avrà bisogno di un gran numero di occupati per far fronte alle esigenze di sviluppo produttivo.

La filiera “Digital Transformation ed Ecosostenibilità“ alimenterà i piani occupazionali delle imprese, le quali ricercheranno tra 210mila e 267mila lavoratori con specifiche competenze matematiche e informatiche, digitali o 4.0. Infatti, le figure professionali più richieste sul mercato saranno gli esperti nell’analisi di mercato, nell’analisi dei dati, nella sicurezza informatica, nell’intelligenza artificiale.

Le imprese della filiera “Salute e Benessere” ricercheranno soprattutto medici, infermieri, fisioterapisti e tecnici di laboratorio medico, mentre la filiera “Education e cultura” ricercherà docenti, progettisti di corsi di formazione, organizzatori di eventi culturali, esperti in comunicazione e marketing dei beni culturali, traduttori,. Per chiudere, focus sulla filiera della “mobilità e logistica” che sarà alla ricerca di magazzinieri, responsabili di reparto, controllori del traffico aereo, navale e ferroviario, conducenti di mezzi pesanti, mentre la filiera “Energia” richiederà in particolare tecnici della produzione di energia elettrica, addetti ai controlli  chimici e conduttori di impianti di recupero e riciclaggio dei rifiuti,  trattamento e distribuzione acque.

 

Fonte:Excelsior

 

Staff Aretè