La Regione Liguria mette in palio borse di studio per la lotta alla dispersione scolastica

24.04.2019

Negli ultimi anni la dispersione scolastica non è più un fenomeno marginale, ma un problema consistente, un'emergenza nazionale, che va affrontata con una politica che veda l’impegno attivo da parte di tutti gli attori coinvolti, a vario titolo, nella gestione delle situazioni problematiche dei ragazzi.

In Italia prevalgono ancora fenomeni di abbandono scolastico e molte ripetenze, un elevato numero di studenti con un basso livello di conoscenza generale e troppi casi di povertà minorile.

Una soluzione a questo tipo di problema è stata adottata dalla Regione Liguria, che, per contrastare la dispersione scolastica, ha istituito borse di studio per gli studenti residenti in Liguria e iscritti agli istituti di scuola secondaria di secondo grado,  nell’anno scolastico 2018-2019, le cui famiglie abbiano una situazione Isee non superiore a 15.748,78 euro.

L'importo della borsa-voucher di 200 euro (che può arrivare fino ad un massimo di 500 euro) è finalizzato all’acquisto di libri di testo, soluzioni per mobilità e trasporti, beni e servizi di natura culturale.

Le richieste di borsa di studio-voucher devono essere compilate ed inviate non oltre il 30 aprile 2019.

Fonte: Il Sole 24 ore

 

Staff Aretè